Con grande pragmatismo, il sindaco fa il punto sull'iter di ricostruzione del ponte e sugli altri progetti di trasformazione urbana

Revisione del sistema della mobilità, il porto, il ripensamento della Valpolcevera, il polo di Erzelli, la rigenerazione urbana delle aree centrali e il masterplan dell’area sottostante il ponte sono alcuni dei nodi che dovrebbero aprire un percorso di riflessione sul futuro

Dialogo a briglia sciolta con il Renzo nazionale nella sua Genova: tra affidamenti e concorsi, preoccupazioni urbane e dettagli costruttivi, ammirazione e rincrescimenti per il ponte Morandi, mediatizzazione e modestia, vita da senatore e giovani

Breve viaggio nell'immaginario progettuale e nella strategia comunicativa dell'architetto genovese. Per il nuovo ponte una soluzione tranquillizzante, quasi reazionaria

La ricostruzione “colta” e coerente con l’eredità di Morandi si poteva fare, come dimostrato da alcuni partecipanti al bando per la ricostruzione

Per il vicepresidente nazionale IN/Arch occorreva seguire la strada del restauro e reintegrazione di una testimonianza chiave del Moderno

Verifiche di sicurezza e affidamenti d'incarico: il presidente di Do.Co.Mo.Mo. Italia s'interroga su azioni e scelte che hanno eluso l'opzione ripristino

Per il vicepresidente del Consiglio Nazionale Ingegneri il crollo è occasione per ripensare i rapporti tra progetto, esecuzione e verifica, che richiedono una comunità di addetti ai lavori coesa

Una riflessione sul futuro di Genova, auspicando un percorso per la rigenerazione della Valpolcevera

In una lettera di disponibilità e un documento programmatico inviati al sindaco, l'Istituto Nazionale di Urbanistica traguarda la ricostruzione del ponte nel più generale processo di trasformazione urbana