Mentre la CEI avvia (finalmente) il censimento degli edifici di culto, perdura l’assordante silenzio sul patrimonio storico cimiteriale abbandonato.